Polpo alla Gallega


Presentazione

Il polbo à feira, così chiamato in lingua spagnola, veniva preparato in occasione di sagre e fiere.

La particolarità principale risiede nel fatto che i polpi venivano cucinati “a vista” in dei grossi pentoloni di rame, per essere poi messi a raffreddare appesi con dei ganci, sui pentoloni stessi.

Il polpo alla gallega è oggi un piatto che si prepara tutto l’anno ed è sempre possibile gustarlo in tutta la regione, come street food nei vari locali che lo servono come tapas, o in quelli specializzati, le “pulperias” , ristoranti specializzati che trattano quasi esclusivamente questa tipologia di prodotto e dove la ricetta viene preparata ancora “a vista” come si faceva una volta.


  • Difficoltà: media
  • Preparazione seppie: 1 ora
  • Dosi: per 4 persone

Ingredienti:

  • 1,5 kg di polpo
  • 600 gr di patate
  • 1/2 di cipolla
  • 1-2 foglie di alloro
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 peperoncino
  • q.b. di paprika dolce
  • q.b. di olio d’oliva (extravergine)
  • q.b. di sale

Preparazione

Procedete alla pulizia del polpo e alla tradizionale cottura.

Portate a bollore abbondante acqua in una pentola capiente. Immergete il polpo dai tentacoli a più riprese, sollevandoli più volte. Quando questi si saranno arricciati potrete immergere il polpo completamente.

Cuocetelo quindi per 50 minuti circa. Di tanto in tanto verificate la cottura dovrà essere tenero rimanendo sodo. Quando è pronto scolatelo, lasciatelo intiepidire e tagliatelo a pezzi.

Successivamente pelatele e tagliatele a fette sottili, cuocete anche per pochi minuti le patate affettate nella stessa acqua di cottura del polpo.

Ponete su tagliere, o un vassoio, di patata e qualche pezzetto di polpo.

Insaporite con prezzemolo, peperoncino, paprika ed un filo d’olio.

Il vostro polpo alla gallega è pronto.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *